CONTRATTI DI MULTIPROPRIETÀ

Ai sensi dell’art. 69 del DECRETO LEGISLATIVO 23 maggio 2011, n. 79 (Codice della normativa statale in tema di ordinamento e mercato del turismo, a norma dell’articolo 14 della legge 28 novembre 2005, n. 246, nonché attuazione della direttiva 2008/122/CE, relativa ai contratti di multiproprietà, con- tratti relativi ai prodotti per le vacanze di lungo termine, contratti di rivendita e di scambio), per “contratto di multiproprietà” s’intende “un contratto di durata superiore a un anno tramite il quale un consumatore acquisisce a titolo oneroso il diritto di godimento su uno o più alloggi per il pernottamento per più di un periodo di occupazione“. Il contratto in questione, dunque, non può essere inferiore a un anno, non può essere gratuito e può avere ad oggetto uno o più alloggi.

E’ consentito fare pubblicità al bene oggetto della multiproprietà, tuttavia ci sono disposizioni restrittive in merito e, soprattutto, una multiproprietà non può essere commercializzata o venduta come investimento (art. 70, c. 3).

Prima della stipulazione di un contratto di multiproprietà, occorre consegnare al consumatore un formulario informativo (vedi il riferimento legislativo completo in basso), in lingua italiana e nella lingua di residenza o dicittadinanza del consumatore stesso (art. 71). In esso, vanno inseriti tutti dati anagrafici del proponente e del consumatore, gli importi di compravendita, le specifiche dei servizi, il diritto di recesso entro 14 gg dalla conclusione del contratto, il divieto di versamento di somme di denaro durante il periodo di recesso, informazioni supplementari sul bene o sui beni oggetto del contratto di multiproprietà (tipologia, costi, risoluzione contrattuale).

I contratti di multiproprietà sono soggetti all’obbligo di fideiussione: l’operatore non avente la forma giuridica di società di capitali ovvero con un capitale sociale versato inferiore a 5.500.000 euro e non avente sede legale e sedi secondarie nel territorio dello Stato è obbligato a prestare idonea fideiussione bancaria o assicurativa a garanzia della corretta esecuzione del contratto. Delle fideiussioni deve farsi espressa menzione nel contratto di multiproprietà a pena di nullità (art. 72/bis).

Il consumatore riceve una copia o più copie del contratto all’atto della sua conclusione.

IL FORMULARIO INFORMATIVO PER I CONTRATTI DI MULTIPROPRIETÀ, ai sensi dell’ “ALLEGATO II-bis (di cui all’articolo 71, comma 1, e all’articolo 73, commi 3, lettera b), e 4) del citato D.Lgsl. 79/2011, deve essere così predisposto:

Parte 1:

  • Identità, luogo di residenza e stato giuridico dell’operatore o degli operatori che saranno parti del contratto:
  • Breve descrizione del prodotto (ad esempio descrizione del bene immobile):
  • Importi (ad esempio quote annuali, altre quote ricorrenti, prelievi speciali, imposte locali):
  • Sintesi dei servizi fondamentali a disposizione del consumatore (ad esempio elettricità, acqua, manutenzione, raccolta di rifiuti) e indicazione dell’importo che il consumatore deve pagare per tali servizi:
  • Sintesi delle strutture a disposizione del consumatore (ad esempio piscina o sauna):
  • Tali strutture sono incluse nei costi indicati in precedenza?
  • In caso negativo, specificare quelli inclusi e quelli a pagamento:
  • È possibile aderire ad un sistema di scambio?
  • In caso affermativo, specificare il nome del sistema di scambio:
  • Indicazione dei costi di affiliazione/scambio:
  • L’operatore ha sottoscritto uno o più codici di condotta? In caso affermativo, dove possono essere reperiti?

Parte 2:
Informazioni generali:

  • Il consumatore ha il diritto di recedere dal contratto, senza indicarne le ragioni, entro quattordici giorni di calendario a decorrere dalla conclusione del contratto o di qualsiasi contratto preliminare vincolante ovvero dalla data di ricezione di tali contratti se posteriore.
  • Durante il periodo di recesso è vietato qualsiasi versamento di denaro a titolo di acconto da parte del consumatore. Il divieto riguarda qualsiasi onere, incluso il pagamento, la prestazione di garanzie, l’accantonamento di denaro sotto forma di deposito bancario, il riconoscimento esplicito di debito, ecc., e comprende non solo il pagamento a favore dell’operatore, bensì anche di terzi.
  • Il consumatore non dovrà sostenere costi od obblighi diversi da quelli stabiliti nel contratto.
  • In conformità del diritto internazionale privato, il contratto può essere disciplinato da una legge diversa da quella dello Stato membro di residenza o domicilio abituale del consumatore e le eventuali controversie possono essere deferite ad organi giurisdizionali diversi da quelli dello Stato membro di residenza o domicilio abituale del consumatore.
  • Firma del consumatore:

Parte 3:

Informazioni supplementari cui ha diritto il consumatore e indicazioni specifiche per poterle ottenere (ad esempio indicazione del capitolo di un opuscolo generale) se non fornite in appresso:

1) INFORMAZIONI IN MERITO AI DIRITTI ACQUISITI

Condizioni poste a disciplina dell’esercizio del diritto oggetto del contratto sul territorio dello Stato membro o degli Stati membri in cui il bene o i beni interessati sono situati, indicazione se tali condizioni siano state rispettate o meno e, in caso negativo, quali condizioni debbano ancora essere rispettate, qualora il contratto conferisca il diritto ad occupare un alloggio da selezionare tra una serie di alloggi, informazioni sulle restrizioni alle possibilità del consumatore di occupare in qualsiasi momento uno di questi alloggi.

2) INFORMAZIONI SUI BENI

Se il contratto riguarda un bene immobile specifico, la descrizione accurata e dettagliata di tale bene e della sua ubicazione; se il contratto riguarda una serie di beni (multilocalità), la descrizione appropriata dei beni e della loro ubicazione; se il contratto riguarda una sistemazione diversa da quella in un bene immobile, la descrizione appropriata della sistemazione e delle strutture, servizi (ad esempio elettricità, acqua, manutenzione, raccolta di rifiuti) cui il consumatore ha o avrà accesso e relative condizioni, eventuali strutture comuni, quali piscina, sauna, ecc., cui il consumatore ha o potrà avere accesso e relative condizioni.

3) NORME AGGIUNTIVE RIGUARDANTI GLI ALLOGGI IN COSTRUZIONE (ove applicabile)

Stato di completamento dell’alloggio e dei servizi che lo rendono pienamente fruibile (gas, elettricità, acqua e collegamenti telefonici) e qualsiasi struttura cui il consumatore avrà accesso, termine di completamento dell’alloggio e dei servizi che lo rendono pienamente fruibile (gas, elettricità, acqua e collegamenti telefonici) e una stima ragionevole del termine di completamento di qualsiasi struttura cui il consumatore avrà accesso, numero della licenza edilizia e nome e indirizzo completi dell’autorità o delle autorità competenti, garanzia quanto al completamento dell’alloggio o al rimborso di ogni pagamento effettuato qualora l’alloggio non sia completato ed eventuali condizioni che disciplinano il funzionamento di tali garanzie.

4) INFORMAZIONI SUI COSTI

Descrizione accurata e appropriata di tutti i costi connessi al contratto di multiproprietà; di come tali costi saranno ripartiti fra i consumatori e di come e quando tali costi possano aumentare; il metodo di calcolo dell’ammontare delle spese relative all’occupazione del bene, le spese obbligatorie (ad esempio imposte e tasse) e le spese amministrative generali (ad esempio per gestione, manutenzione e riparazioni), eventuali informazioni relative a spese, ipoteche, privilegi o altri gravami registrati sul bene.

5) INFORMAZIONI SULLA RISOLUZIONE DEL CONTRATTO

Eventuali informazioni sulle disposizioni per la riso- luzione di contratti accessori e sulle conseguenze di tale risoluzione, condizioni di risoluzione del contratto, relative conseguenze e informazioni su qualsiasi responsabilità del consumatore per eventuali costi derivanti dalla risoluzione stessa.

6) INFORMAZIONI SUPPLEMENTARI

Informazioni sulle modalità con cui sono organizzate la manutenzione e le riparazioni del bene e l’amministrazione e gestione dello stesso, specificando se e come i consumatori possono influire e partecipare alle decisioni in materia, informazioni sulla possibilità o meno di aderire a un sistema per la rivendita dei diritti contrattuali, informazioni sul sistema pertinente e indicazione dei costi connessi con la rivendita mediante tale sistema, indicazione della lingua o delle lingue che si possono usare per le comunicazioni con l’operatore per quanto riguarda il contratto, ad esempio in relazione alle decisioni gestionali, all’aumento dei costi e al trattamento di richieste e reclami, eventuale possibilità di risoluzione extragiudiziale delle controversie. Conferma della ricezione delle informazioni. Firma del consumatore.

Esponi il tuo caso

Ti risponderemo al più presto possibile.


Come possiamo aiutarti?

Inserisci una richiesta o lascia un commento.


 

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!